Le spezie nella cucina messicana

La cucina messicana, una delle più buone e saporite al mondo, è conosciuta per essere particolarmente speziata e pepata. Una cucina dai sapori forti e decisi, con antichissime tradizioni, che nasce dall'incontro di quella culinaria indigena precolombiana e la successiva coloniale. Nell'arte culinaria messicana un ruolo fondamentale giocano le spezie, da sempre presenti nei piatti tipici e che sicuramente imprimono una certa unicità e particolarità ai piatti.
La gastronomia messicana prevede l'utilizzo di una grande varietà di spezie, da quelle largamente utilizzate anche nella cucina italiana come l'aglio, la cipolla, il rosmarino, l'origano a quelle tipiche messicane. Dalla cannella alla vaniglia, dal cumino ai chiodi di garofano, passando poi per l'irrinunciabile e immancabile peperoncino piccante. Insomma, questo particolare tipo di cucina non si fa mancare proprio niente e vi accompagna in questo viaggio culinario fatto di sapori, tradizioni e davvero tante, tantissime spezie.

La cannella
La cannella è una delle spezie più utilizzate, tanto che il Messico risulta essere uno dei maggiori importatori di cannella al mondo. Questa spezia dal sapore dolciastro, aromatico e pungente presenta numerose proprietà benefiche: oltre ad essere un'ottima alleata per le diete, ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, aiuta ad abbassare i livelli di glucosio nel sangue, aiuta a combattere mal di gola e raffreddore. Questa spezia dalle mille proprietà è largamente utilizzata non solo per la preparazione di molti dolci tipici della tradizione messicana come i bizcochitos, bunuelos, arroz con leche, empanadas dolci e capirotada, ma anche per speziare alcune bevande come il caffè o la cioccolata.

La vaniglia
Il primato in materia di produzione della vaniglia, spetta senza ombra di dubbio al Messico, uno dei maggiori produttori ed esportatori al mondo. La vaniglia infatti si ottiene dai frutti di un'orchidea originaria del Messico, e trova largo spazio all'interno della cucina messicana e non solo. Questa spezia dal sapore puro, pungente e al tempo stesso delicato viene largamente utilizzata non solo nella preparazione di dolci come orchata, bunuelos, chocoflan, torta tres leches (una deliziosa torta al latte messicana) ma, come nel caso della cannella, anche per aromatizzare caffè o cioccolato.

Il coriandolo
Il coriandolo o culantro è una delle spezie più utilizzate in Messico per insaporire piatti a base di carne, pesce e verdure. Lontano parente del finocchio e del prezzemolo, questa spezia dal sapore deciso e forte, seppure non apprezzata da tanti, è un must della cucina tradizionale messicana che lo utilizza in un variegato e nutrito numero di piatti e nella preparazione della famosa salsa guacamole. Non tutti sanno che oltre ad essere un ottimo alleato nella preparazione di molti cibi, il coriandolo ha anche numerose proprietà terapeutiche, solo per elencarne alcune: aiuta la digestione e il gonfiore intestinale, combatte le micosi e le infezioni batteriche soprattutto a livello dell'apparato urinario.

I Chiodi di garofano
I chiodi di garofano sono delle particolari spezie ricavate dal bocciolo essiccato di una pianta (Eugenia Caryophyllata). Oltre ad insaporire molti piatti, queste spezie presentano numerose proprietà benefiche come: combattere il mal di testa e la perdita di memoria, ha effetti digestivi e tonificanti, migliora la circolazione sanguigna. Nella cucina messicana viene prettamente utilizzato per aromatizzare la cioccolata calda o il caffè, nella preparazione delle impanadas, o nella salsa mole plobano (che prende il suo nome dalla città di Puebla, da dove proviene).

Il cumino
E' una delle spezie più diffuse e conosciute già nell'antichità. Nella cucina italiana, a differenza di quella di altre culture e in particolare di quella messicana, è una spezia poco conosciuta e utilizzata. Il cumino abbinato all'aglio e al coriandolo è spesso utilizzato in Messico per insaporire piatti a base di carne o pesce. Inoltre, rappresenta un ingrediente indispensabile nella preparazione del chili, dei tacos e della famosa salsa guacamole. Una spezia antichissima che viene utilizza nella preparazione di piatti tipici e caratteristici, deliziando il vostro palato e facendovi vivere un viaggio nell'antichità e nella tradizione di antiche culture.

La curcuma
La curcuma è una delle spezie più apprezzate in tutto il mondo, definita l'oro dell'India, dona ai piatti un sapore unico e un colore allettante, ma è molto conosciuta anche per le sue qualità benefiche. Sembra che la curcuma sia antintossicante, antinfiammatoria e un'ottima alleata per la prevenzione e la lotta contro i tumori. Come molte altre spezie, anche la curcuma è largamente utilizzata in Messico nella preparazione di numerose ricette, anche grazie al sapore particolare e gradevole che questa spezia imprime ai piatti.

La paprika
Se la gastronomia messicana proprio non si risparmia nell'utilizzo di varie spezie, diciamo che con la paprika, nello specifico, ci va giù pesante. Questa particolare spezia che si ottiene dalla macinatura di diversi tipi di peperoni, prima fatti accuratamente essiccare, non viene risparmiata in quasi nessuno dei piatti della tradizione gastronomica messicana.
Basta pensare ai tacos con carne, ai nachos, per finire al famoso pollo alla messicana, insomma, una spezia che trova spazio all'interno di questa particolare cucina a 360 gradi. Se da un lato il ricco e corposo sapore della paprika proprio non si discute, dall'altro molti non sanno che oltre ad insaporire notevolmente le pietanze, la paprika è ricca di vitamina C, vitamina A, luteina e carotene: importanti antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi e proteggono l'organismo dalla loro azione negativa.

Lo zenzero
Se lo zenzero ha da poco trovato posto nella cucina italiana, in quella messicana invece c'è da innumerevole tempo. Lo zenzero viene utilizzato nella preparazione di piatti tipici come ad esempio i bizcochitos, per insaporire piatti a base di carne o di pesce o per aromatizzate il caffè. Questa antica spezia aggiunge ai cibi una nota di freschezza e piccantezza, allo stesso tempo e ha numerose proprietà benefiche sulla salute. Insomma lo zenzero, oltre che rendere più gustosi i piatti è in grado anche di prevenire e curare una serie di disturbi più o meno gravi.

Il peperoncino
Parliamo ora della spezia per eccellenza della cucina messicana: il peperoncino. A livello internazionale quando si parla di cucina messicana, subito si tende ad associarla a dei piatti particolarmente piccanti e saporiti. La piccantezza è sicuramente la caratteristica predominante della cucina messicana, che tra l'altro la rende nota in tutto il mondo e un ruolo fondamentale in tutto ciò gioca il peperoncino. In Messico troviamo una grande varietà di peperoncini, tra cui:
- Il peperoncino Serrano, uno dei peperoncini messicani più diffusi e famosi al mondo. Ha una piccantezza media e viene molto utilizzato nella preparazione di zuppe, nelle famose salse messicane o può essere consumato fresco nelle insalate;
- Il peperoncino Jalapeno è la specie di peperoncino messicano più famosa in Europa. E' moderatamente piccante e quindi è largamente utilizzato in cucina perché accessibile a tutti i tipi di palati. Noto per donare ai piatti quella nota piccante senza però esagerare. Questa specie di peperoncino può essere tranquillamente consumata anche quando non è giunta a completa maturazione;
- Il Poblano, chiamato così perché originario della regione di Puebla, è un peperoncino dolce, risalente al periodo precolombiano. Quando è secco, il poblano prende il nome di ancho. In Messico viene prettamente utilizzato per le salse mole;
- Il Cascabel, nome che in spagnolo significa piccolo sonaglio e sta ad indicare il rumore che fanno i numerosi semini in esso contenuti quando il cascabel secco si scuote. Non è esageratamente piccante e si caratterizza per un colore scuro e un retrogusto affumicato. Viene prettamente utilizzato nella preparazione di salse, o per insaporire piatti come zuppe o stufati;
- L'Habanero, se questa lunga lista di peperoncini non vi è bastata sappiate che in Messico usano armi pesanti in materia di piccante. L'habanero è infatti uno dei peperoncini più piccanti al mondo e adatto solo a coloro che amano mangiare molto piccante e che sono abituati. Per la gastronomia messicana l'habanero non è semplicemente una spezia ma rappresenta un vero e proprio simbolo culturale, il Messico è infatti famoso in tutto il mondo per la produzione di questo particolare e piccantissimo peperoncino.
Oltre ad insaporire i piatti il peperoncino ha un'azione vasodilatatore che riduce la pressione arteriosa, combatte il colesterolo cattivo e ha note proprietà antinfiammatorie.

Se tutto questo non vi sembra abbastanza, sappiate che nella cucina messicana spesso vengono utilizzate delle vere e proprie miscele di spezie, per esaltare ancora di più determinate pietanze e soddisfare anche i palati più esigenti.

30/07/2018
Crazy Bull BraccianoSpezie messicane Peperoncino messicanoCucina messicana

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. ok